Multe, quando non pagarle


Se la violazione al codice della strada non viene contestata immediatamente al trasgressore, deve essere notificato il verbale. 

La notifica va trasmessa al proprietario (o al locatario in regime di leasing), come risulta dai pubblici registri.
Il codice della strada entrato in vigore lo scorso luglio ha però sancito che il verbale deve essere notificato entro 90 giorni(non più 150 come avveniva in passato), altrimenti la sanzione si estingue, e quindi non deve essere pagata. 

Ma attenzione: i 90 giorni decorrono dal giorno dell'infrazionesolo se residenza o domicilio coincidono con quelli indicati alla Motorizzazione Civile.


Se invece devono essere fatte ricerche anagrafiche o camerali, i 90 giorni decorrono dalla data in cui la Pubblica amministrazione riesce a identificare i responsabili. 

Le notifiche vengono inviate soprattutto tramite raccomandata, ma se a ritirarla non è il destinatario ma una persona abilitata a riceverla, il postino è tenuto a darne notizia al destinatario con un'altra raccomandata, detta “informativa”.

La mancanza di quest'ultima, o l'inosservanza delle disposizioni circa la persona a cui consegnarla, sono ulteriore causa della nullità della notifica

Nei casi in cui, invece, il verbale non venga consegnato né al destinatario né alle persone abilitate, viene depositato presso l'ufficio postale e l'interessato ne viene informato con una raccomandata informativa (che aumenta le spese di notifica, tutte a suo carico), lasciata nella cassetta della posta. A questo punto, scattano i dieci giorni decorsi i quali la notifica si ritiene effettuata.